Il 4° Tindari Rally pronto ad accendere i motori da corsa

Posted on
Atmosfera sempre più calda per la gara messinese che ha aperto con 133 iscritti, tra cui spicca la stella mondiale del motocross Tony Cairoli, quella dei rally internazionali Luca Rossetti e l’idolo siciliano Totò Riolo. Sabato 27 shakedown, verifiche, partenza e due crono. Domenica sei prove speciali e traguardo a Patti.
 
Gioiosa Marea, 25 ottobre 2018. Sempre più calda ed emozionante l’atmosfera al 4° Tindari Rally, che sabato 27 e domenica 28 ottobre in provincia di Messina sarà il round conclusivo del Trofeo Rally Sicilia. Un avvicinamento sempre più coinvolgente quello che precede la competizione organizzata da CST Sport, che ha saputo ancora coniugare pienamente lo sport con la promozione del territorio, il tutto impreziosito dalla presenza di grandi nomi internazionali, che ancor più esalteranno la competizione che si svolge dalla costa tirrenica tra Patti e Gioiosa Marea e si spinge nell’entroterra sugli alti Monti Nebrodi fino a San Piero Patti. I 133 iscritti sono conferma dell’alto gradimento di piloti ed addetti ai lavori verso una gara che vanta una meticolosa organizzazione ed un percorso che ricalca leggendari scenari internazionali tra gli anni ’80 e 2000. Soddisfazione per gli ottimi riscontri della vigilia è stata espressa anche dal Presidente della Commissione rally ACI Sport Daniele Settimo che seguirà personalmente le evoluzioni della competizione, come il Delegato Regionale Armando Battaglia, particolarmente soddisfatto dall’afflusso di concorrenti alla prova conclusiva del Trofeo Rally Sicilia, serie isolana organizzata e promossa proprio dalla delegazione ACI Sport Sicilia.
Alla ribalta della vigilia senz’altro il 10 volte Campione Mondiale Motocross Tony Cairoli, il rider KTM da sempre legato alla sua terra ed alla gara di cui la stessa è teatro, che sarà al via per la seconda volta come concorrente, di nuovo con l’amico Fabio Longo alle note e sulla Skoda Fabia R5. Il nome di riferimento è certamente quello del tre volte Campione Europeo, Campione Italiano Rally e Campione turco Luca Rossetti, il friulano anche lui sulla Skoda R5 dove a navigarlo ci sarà la veneta Eleonora Mori, l’equipaggio lo scorso 13 ottobre ha vinto il Rally 2Valli a Verona. Su Skoda Fabia anche l’idolo siciliano Totò Riolo, l’asso cerdese che comanda la classifica R5 del TRS, che condividerà la R5 con il palermitano Gianfranco Rappa, equipaggio CST Sport reduce dai successi del Rally Elba Storico e del Rally Legend.
Il palermitano dell’Island Motorsport Alessio Profeta, reduce da una stagione nel tricolore rally, navigato per l’occasione dal locale Sergio Raccuia, poi il giovane driver di casa Alessandro Casella affiancato da David Arlotta. Tre le Peugeot 207 Super 2000 iscritte, per il messinese di Mandanici portacolori Phoenix Giuseppe La Torre che avrà al fianco il giovane nisseno Michele Castelli, per il forte agrigentino del Project Team Alfonso Di Bendetto, attuale leader regionale di Super 2000 navigato da Roberto Longo, altro esperto co driver messinese, quindi, per l’alfiere della Caltanissetta Corse Roberto Lombardo con Elena Giovenale al fianco, dopo che il pilota e preparatore ha testato la potente 4×4 aspirata alla Coppa Nissena. Nomi accreditati anche in Super 1600 dove svettano Giuseppe Alioto su Fiat Punto leader del TRS, che avrà come sempre Alessandro Anastasi alle note; Salvatore Armaleo e Danilo Maccagnano sulle Renault Clio, tutti driver messinesi. Sotto i riflettori altri piloti di casa come Carmelo Molica su Renault Clio R3, dove tornerà al suo fianco l’esperto Ivan Vercelli, ma nella classe da dove abitualmente arrivano insidie ai vertici della gara, si trova anche Andrea Nastasi, leader di categoria di TRS. Tra le turbo 4×4 di gruppo N il tenace palermitano Matteo Di Sclafani tenterà di prendersi la vetta di categoria nella sere regionale al volante della Subaru Impreza Sti, mentre a contendere il primato sulle Mitsubishi ci saranno il corleonese di lungo corso Renato Di Miceli, l’agrigentino di FR Motorsport Dino Nucci, il locale portacolori Team Project Carmelo Arasi ed il palermitano Onofrio Buttitta. In testa alla R2 regionale c’è il pattese Alessandro Scalia che sarà navigato dall’esperto concittadino Giovanni Barbaro sulla Peugeot 208 R2, stessa vettura il cerdese giovane figlio d’arte Ernesto Riolo sempre affiancato dal palermitano Giorgio Genovese. Nella stssa categoria su Renault Twingo c’è Rosario Siragusano altro pattese questa volta in veste di driver in luogo del suo più famoso ruolo di copilota, ma anche un equipaggio inedito per i colori Phoenix quello formato da due esperti copiloti come il giovane Sergio Scuderi ed il due volte tricolore Maurizio Messina, che gareggeranno sulla Peugeot 208. Sarà tutta da vivere la sfida per il numeroso gruppo A, dove a difendere la leadership regionale sarà Nazareno Pellitteri con la Renault Clio RS, ma al successo nella gara di casa gara mireranno dritti altri nomi di spicco come il pilota e preparatore Filippo Bellini sempre navigato da Alessandra Gregorio sulla sviluppata Peugeot 306, il sampietrino Giuseppe Schepisi, i messinesi Angelo Sturiale e Andrea Cariolo sulle Renault Clio Williams, come il giovane portacolori New Tirbomark Angelo Bruno su Peugeot 206 RC. Garantisce spettacolo anche la classe N3, la 2000 del gruppo N, dove figurano, tra gli altri i nomi di Antonino Segreto, Stefano Liotta, Maurizio Rizzo,Davide Ardiri e Francesco e Jessica Miuccio, tutti messinesi e tutti sulle Renault Clio. Nutriuta anche la pattuglia delle vetture i configurazione kit K10 dove rientreranno in gara i messinesi Giuseppe Arena e Graziano Leardi su , ci sarà anche Adrea casella e Salvatore Campione, tutti su Peugeot 106. In testa alla classifica di Trofeo Rally Sicilia arrivano alla prova coclusiva Paolo Celi e Graziella Rappazzo, l’equipaggio RO Racing sulla Peugeot 106 di classe A6, categori numerosa e combattuta, dove il duo messinese dovrà difendersi anche dall’agrigentino Domenico Gabriele Morreale, dal messinese Antonino Armaleo, dal giovane driver di casa Andrea Biondo, tutti con le Peugeot 106, mentre il figlio d’arte Giuseppe Munafò sarà al volante della Citroen Saxo.
Tra le autostoriche, a caccia di punti per la serie regionale loro dedicata, svettano le due Porsche 911 di 3° Raggruppamento del cefaludese Angelo Lombardo, reduce dal successo alla Cronoscalata del Santuario, e quella del palermitano Claudio La Franca, entrambi candidati al successo, per il 4° Raggruppamento duello tra Renault 5 GT Turbo di Maurizio Calabria e Vito Paolo Mistretta, mentre arriva da Palermo l’esperto equipaggio formato da Marco Savioli ed Alessandro Failla sulla BMW 2002 portacolori del Team Bassano, stessa vettura ma di 2° Raggruppamento per un altro pilota palermitano di Lungo corso come Sergio Palmisano che sarà navigato da Salvatore Giambrone. IN 3° raggruppamento anche la Volkswagen Golf dell’alcamese Francesco ospedale, la Lancia Beta Montecarlo di Giuseppe Romano e la Autobianchi A122 di Luigi Marino.
Un tripudio di sport ed agonismo assicurati dalla gara che avrà start e traguardo a Patti Marina, il quartier generale ed il parco assistenza a San Giorgio di Gioiosa Marea e le prove speciali nell’entroterra nebroideo.
I motori si accenderanno sabato 27 con lo shakedown dalle 11 alle 14, su un tratto di strada della S.P. 135, poi la partenza e subito le sfide contro il cronometro nelle prime due prove “Gioiosa Marea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *